home chi siamo area utenti qualità e sicurezza comunicazione bandi link contatti


 

Bolletta
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.


Autolettura

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Modulistica

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Bolletta

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Sportelli

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Tariffa

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Carta dei servizi

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Regolamento

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Prevenzione truffe

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Glossario

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

CAMBIA LA PERIODICITÀ DELLE BOLLETTE SAL
Con la fatturazione dei consumi 2017 cambia la periodicità delle bollette Sal. L’importo complessivo annuale non cambia. Questa modifica rispetta le nuove direttive emanate dalla AEEGSI (del. 655/2015/R/IDR). Il cambiamento riguarda tutti gli utenti e si articola come segue:

  • chi utilizza mediamente più di 500 metri cubi d’acqua l’anno riceverà 6 bollette (una ogni 2 mesi) invece di 4 (una ogni 3 mesi).
  • chi utilizza mediamente fino a 500 metri cubi d’acqua l’anno riceverà 3 bollette (una ogni 4 mesi) invece di 4 (una ogni 3 mesi).

Chi riceve 3 bollette quadrimestrali può comunque fare richiesta di passare a 6, senza costi aggiuntivi, compilando il modulo Richiesta bollette bimestrali, che prevede l'attivazione della domiciliazione. In tal caso è necessario attivare, se non lo si è già fatto, la domiciliazione bancaria/postale dei pagamenti (mandato SDD).

AGEVOLAZIONI ECONOMICHE PER MOROSITA’ INCOLPEVOLE
L’Ufficio d’Ambito di Lodi con la Tariffa 2016/2019 ha istituito un Fondo per agevolazioni tariffarie nei confronti di nuclei familiari in condizioni socio-economiche disagiate e di soggetti in difficoltà residenti nei comuni della provincia di Lodi; la misura è rivolta prioritariamente ad utenti in stato di morosità incolpevole, tanto nei confronti di Sal (utenze singole), quanto nei confronti del condominio (utenze raggruppate).

Gli utenti interessati devono rivolgersi al proprio Comune di residenza, al quale spetterà, entro il 30 giugno 2017, predisporre l’elenco dei beneficiari e definire l’importo del contributo, che non potrà essere inferiore a 60,00€. Le agevolazioni saranno decurtate direttamente da Sal dalle bollette insolute (o da emettere).

Dal 2014 un nuova veste grafica per la bolletta idrica
Con l'emissione delle bollette relative ai consumi del IV trimestre del 2013 è iniziato un percorso di trasformazione dei documenti di fatturazione che si concluderà entro la fine del 2014. Le nuove regole per la trasparenza dei documenti di fatturazione sono state introdotte dall'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI), che dal 2011 svolge le funzioni di regolazione e controllo del servizio idrico integrato. L'obiettivo è quello di rendere le bollette più comprensibili e di favorire una migliore conoscenza del servizio idrico integrato. Per gli utenti dell'Ambito Territoriale di Lodi, tuttavia, le novità si limitano principalmente alla veste grafica, in quanto la maggior parte dei dati erano già presenti nelle bollette emesse sino alla fine del 2013.
Tra le nuove informazioni contenute nella bolletta spiccano i consumi annui e l'andamento dei consumi medi giornalieri per incentivare un uso consapevole ed efficiente della risorsa idrica. Anche la composizione analitica dell'acqua in rapporto ai limiti di legge, la cosiddetta "etichetta dell'acqua", che già veniva pubblicata da SAL in bolletta e sul sito web, diventa obbligatoria e si arricchisce di nuovi parametri chimico-fisici (ad es. Conducibilità, Fluoruri, Ammoniaca, Arsenico e Manganese).

Dal vecchio "RID" al mandato SDD", cambiano le regole per la domiciliazione bancaria, o postale, delle bollette
Dal 1 febbraio 2014 il Mandato Sepa-SDD sostituisce la vecchia domiciliazione tramite RID, in ottemperanza alla normativa europea SEPA (Single Euro Payments Area), e rappresenta il modo più comodo e sicuro per pagare le fatture. Attraverso l'addebito sul conto corrente, infatti, la Banca, o la Posta, effettuano direttamente il pagamento della fattura solo alla data di scadenza. In tal modo si evitano inutili perdite di tempo e non si corre il rischio di dimenticare le scadenze di pagamento. Naturalmente le fatture continueranno ad essere recapitate a domicilio.

Come funziona: le richieste di attivazione del servizio di domiciliazione tramite mandato SDD possono  essere raccolte e conservate  esclusivamente da SAL, non più presso gli sportelli di Banca o Posta. L’utente è tenuto a compilare e firmare l’ apposito modulo (Mandato SEPA-SDD).  Il modulo  deve essere compilato e restituito

- via fax al numero 0371.616850
- ad uno qualsiasi degli sportelli acqua di SAL
- via posta elettronica a domiciliazioni.sepa@sal.lo.it
- via posta ordinaria a SAL srl - via dell'Artigianato 1/3 - 26900 Lodi

Al modulo, l’utente dovrà allegare copia del documento d’identità e del codice fiscale o partita IVA.  Nel caso di aziende, o amministratori di condominio, oltre al documento di identità, bisogna specificare il titolo in base al quale chi sottoscrive il modulo è autorizzato a predisporre l’addebito. Per questo motivo sul retro del modulo è stampata la “Dichiarazione sostitutiva di atto notorio”.

Attenzione! in caso di variazioni dell’IBAN (anche a seguito per esempio di trasformazioni societarie della propria banca) occorre sottoscrivere un nuovo mandato SDD.