Procedure aperte

Bando di gara

PROCEDURA APERTA NEI SETTORI SPECIALI PER APPALTO SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA AZIENDALE MEDIANTE BUONI PASTO DA AGGIUDICARSI CON IL CRITERIO DELL’“OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA” AI SENSI DELL’ART. 95 DEL D.Lgs. 50/2016 E S.M.I.
Importo complessivo di appalto: €. 600.000,00 + IVA. non sono previsti oneri per la sicurezza.

CIG 72012367EF.
termine presentazione offerta: entro e non oltre le ore 16:00 del giorno 25/10/2017

AGGIORNAMENTO: la Commissione di gara convocata, in seduta pubblica, per il giorno 27/10/2017 alle ore 10.30 è stata rinviata al giorno 06/11/2017 alle ore 10.30 nella sede di SAL in via Dell’Artigianato 1/3 – Lodi.

Bando di gara

Capitolato speciale d’appalto

Dichiarazione allegato 1 modificato il 26/09/2017

Allegato 1A – Elenco Comuni serviti

Allegato 1B – Elenco Comuni confinanti

Dichiarazione allegato 2

Dichiarazione allegato 3 modificato il 26/09/2017

Dichiarazione allegato 4 modificato il 26/09/2017

Dichiarazione allegato 5

Allegato 6 – scheda offerta 

Dichiarazione allegato 7

Dichiarazione allegato A – istanza di partecipazione

DUVRI

QUESITI:

Quesito n. 1: Chiediamo di conoscere l’ammontare delle spese di pubblicazione bando e pubblicità nonché delle spese per le relative pubblicazioni di esiti di gara.
Risposta: l’aggiudicatario è tenuto al rimborso delle spese di pubblicazione relative alla GURI. L’ammontare della spesa per la pubblicazione del bando è pari ad €. 344,61+IVA. Non è al momento quantificabile la spesa relativa alla pubblicazione degli esiti di gara.

Quesito n. 2: Chiediamo di conoscere l’ammontare dei eventuali costi di segreteria sostenuti (anche se a carico della ditta aggiudicataria), escluso spese di bollo e registrazione contratto.
Risposta: Sono previste solo spese di registrazione del contratto. Non ci sono diritti di segreteria riconosciuti ad alcuno.

Quesito n. 3: Chiediamo conferma che i costi della manodopera da indicare nell’offerta economica siano da intendersi i costi del personale sostenuti per l’espletamento del servizio.
Risposta: Confermato,

Quesito n. 4: Vi segnaliamo che nei vostri modelli “Allegato 1”, “Allegato 3” e “Allegato 4” non sono state riportate le modifiche di cui all’art. 80 del D.lgs 50/2016 apportate dal Decreto correttivo D.lgs 56/2017 (entrato in vigore dal 20 maggio u.s.) e precisamente:
• al comma 1, dopo la lettera b) è inserita la seguente: “b-bis) false comunicazioni sociali di cui agli articoli 2621 e 2622 del codice civile”;
• al comma 5 dopo la lettera f) sono inserite le seguenti:
– “f-bis) l’operatore economico che presenti nella procedura di gara in corso e negli affidamenti di subappalti documentazione o dichiarazioni non veritiere;
– f-ter) l’operatore economico iscritto nel casellario informatico tenuto dall’Osservatorio dell’ANAC per aver presentato false dichiarazioni o falsa documentazione nelle procedure di gara e negli affidamenti di subappalti. Il motivo di esclusione perdura fino a quando opera l’iscrizione nel casellario informatico.”
Si richiede pertanto la rettifica dei suddetti Modelli.
Risposta: I modelli Allegati 1, 3 e 4 sono stati rettificati.

Quesito n. 5: Si chiede di confermare che l’Allegato 3 Dichiarazioni da rendere ai sensi dell’art. 80 del D.Lgs. 50/2016 da parte dei soggetti di cui al comma 3, possa essere resa sul modello dell’operatore economico.
Risposta: Sarebbe preferibile l’utilizzo dei modelli resi disponibili dalla S.A. eventualmente integrati con documenti allegati se ritenuto opportuno.

Quesito n. 6: In riferimento ai certificati di regolare esecuzione da produrre per la dimostrazione del requisito di capacità tecnica, professionale ed economica finanziaria – lettere f) si chiede conferma che per copia autentica si intende copia conforme all’originale ai sensi dell’art. 18, 19 del D.P.R. 445/2000.
Risposta: Per copia autentica si intende la copia del documento con allegata la dichiarazione di copia conforme resa dal legale rappresentante, unitamente al documento di identità.

Quesito n. 7: Si chiede di precisare quale sia l’esatta dicitura da indicare sulla busta esterna del plico. Nel bando di gara a pagina a pag.22 è indicato “PROCEDURA APERTA – NEI SETTORI SPECIALI – PER APPALTO SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA AZIENDALE MEDIANTE BUONI PASTO DA AGGIUDICARSI CON IL CRITERIO DELL’“OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA” AI SENSI DELL’ART. 95 DEL D.Lgs. 50/2016 E S.M.I. – CIG 72012367EF”; mentre all’art.8 del Capitolato è indicato “NON APRIRE – OFFERTA PER SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE “BUONI PASTO” IN FAVORE DEI DIPENDENTI DI SAL SRL”.
Risposta: Si conferma quanto previsto nel bando di gara, punto f – paragrafo “MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA”.

Quesito n. 8: In riferimento all’art.8 del Capitolato punto l), si chiede confermare che la dicitura “È ammessa la firma digitale della firma del garante, in conformità alle prescrizioni del D. Lgs. n. 82/2005 e ss.mm.ii. In particolare, l’autenticità della firma digitale deve essere verificabile tramite le procedure previste dal citato D. Lgs. n. 82/2005 e ss.mm.ii., che dovranno essere indicate all’interno della fideiussione stessa” è da considerare un refuso in quanto la presentazione della documentazione di gara è tramite invio cartaceo.
Risposta: Non è da considerarsi un refuso. La documentazione deve essere prodotta in forma cartacea. Quando il garante ritiene di dover apporre la firma digitale allega al documento cartaceo (firmato) un CD contenente la firma digitale.

Quesito n. 9: La scrivente, infine, chiede di voler confermare che l’aggiudicazione della gara avverrà secondo l’art 144 del D.Lgs. 50/2016, modificato dall’art. 90 del D.Lgs 56/2017, il quale stabilisce tra i criteri di valutazione dell’offerta, al comma 6 lett. a): il ribasso sul valore nominale del buono pasto in misura comunque non superiore allo sconto incondizionato verso gli esercenti.
Si chiede pertanto di confermare che il ribasso sul valore nominale del buono pasto non potrà essere superiore allo sconto incondizionato verso gli esercenti.
Risposta: In riferimento a quanto previsto all’art. 144, comma 6 – lett. a), il ribasso offerto non potrà essere superiore allo sconto incondizionato verso gli esercenti. Si porta comunque l’attenzione che l’art. 7, lett. b), del C.S.A. prevede la soglia massima dello sconto incondizionato verso gli esercenti pari al 12%.

Quesito n. 10: Stante quanto disposto dall’art. 90 del D.Lgs. 57/2017 in tema di modifica dell’art. 144 comma 6 lettera a) del D.Lgs. 50/2016, che testualmente recito “il ribasso sul valore nominale del buono posto in misura comunque non superiore allo sconto incondizionato verso gli esercenti”, in virtù dell’assenza di un esplicito riferimento a tale disposizione normativa all’interno della documentazione di gara, si chiede di confermare la conformità della lex specialis di gara a tale previsione normativa.
Risposta: In riferimento a quanto previsto all’art. 144, comma 6 – lett. a), il ribasso offerto non potrà essere superiore allo sconto incondizionato verso gli esercenti.

Quesito n. 11: Inoltre, considerato quanto previsto dalla lex specialis di gara in tema di sconto incondizionato applicabile al pagamento verso gli esercenti degli esercizi convenzionati (“requisito tecnico” lettera b) per la quale la stazione appaltante ha fissato una soglia massima pari al 12%, si chiede di confermare che il ribasso percentuale offerto da applicare sul valore nominale assunto a base di gara (requisiti economico) dovrà essere in ogni caso inferiore o al massimo pari al 12% (soglia massima di sconto incondizionato verso gli esercenti) in linea con il correttivo citato.
Risposta: L’art. 7, lett. b), del C.S.A. prevede la soglia massima dello sconto incondizionato verso gli esercenti pari al 12%. Pertanto, in virtù di quanto previsto all’art. 144 comma 6 lett. a), il ribasso offerto (requisito economico) non potrà essere superiore al 12%.

Quesito n.12: A pag. 6 del Capitolato speciale d’appalto viene stabilito che al punto d) “Progetto tecnico e servizi aggiuntivi” viene attribuito un punteggio pari a 5. Viene inoltre evidenziata una formula dove si legge il coefficiente “Wi”, che rappresenta il “peso o punteggio attribuito al requisito (i)”. A tal proposito si chiede di specificare tale punteggio attribuito al requisito.
Risposta: All’interno dei 5 punti di punteggio complessivo la Commissione potrà procedere ad attribuire discrezionalmente dei pesi in relazione agli elementi contenuti nel progetto tecnico.

Quesito n. 13: Potreste cortesemente confermare che, ai sensi dell’art. 144 del D.Lgs n. 50/2016, il ribasso sul valore nominale del buono pasto non dovrà essere superiore allo sconto incondizionato verso gli esercenti?
Risposta: In riferimento a quanto previsto all’art. 144, comma 6 – lett. a), il ribasso offerto non potrà essere superiore allo sconto incondizionato verso gli esercenti. Si porta comunque l’attenzione che l’art. 7, lett. b), del C.S.A. prevede la soglia massima dello sconto incondizionato verso gli esercenti pari al 12%.

Quesito n. 14: A pag. 11 del bando di gara viene indicato che “Le dichiarazioni di cui ai precedenti punti 1), 2), 3) e 4) possono essere presentate mediante il documento di gara unico europeo (DGUE) di cui all’art. 85 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i.” . Confermate pertanto che ai fini della partecipazione alla presente procedura sarà sufficiente presentare il DGUE al posto dei modelli allegati 1-2-3-4?
Risposta: E’ preferibile la presentazione dei modelli 1), 2), 3) e 4); in ogni caso può essere presentato anche il DGUE.

Quesito n. 15: I pagamenti delle fatture emesse per il servizio in oggetto avverrà secondo le disposizioni del Decreto Legislativo 9 novembre 2012, n. 192 che ha apportato modifiche al decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231, per l’integrale recepimento della direttiva 2011/7/UE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, a norma dell’articolo 10, comma 1, della legge 11 novembre 2011, n. 180? 
Risposta: La società farà riferimento a quanto previsto all’art. 19 del C.S.A. Si rammenta che l’art. 7, let. c) del C.S.A. prevede il pagamento agli esercenti convenzionati fissato in 30 giorni.

Quesito n. 16: Si richiede di confermare che la percentuale di sconto verso gli esercenti sia da intendersi al netto di eventuali servizi facoltativi aggiuntivi diretti, indiretti e/o accessori (es. pagamenti veloci, pubblicità, ecc..). Si richiede altresì conferma che sarà ritenuto ammissibile giustificare la congruità dell’offerta anche con ulteriori iniziative imprenditoriali correlate all’appalto in conformità al consolidato orientamento comunitario e alla pacifica giurisprudenza amministrativa (cfr., per tutte, TAR Lazio, Sez. III, n.ri 1370, 1371 e 1372 del 14/2/2008 e n. 96 dell’11/1/2011, Cons. di Stato, Sez. VI, n. 3896 del 4/8/2008, n.ri 3900 e3901 del 7/8/2008 nonché n. 4279 del 14/7/2011; AVCP determinazione n. 6 dell’8 luglio 2009) secondo cui non puo’ inibirsi all’offerente di supportare la congruità dell’offerta presentata attraverso alcune iniziative imprenditoriali, quali sono i c.d. servizi aggiuntivi? 
Risposta: Il quesito è di difficile interpretazione. L’art. 7 – lett. b) – del C.S.A. chiarisce il senso dei termini utilizzati.

Quesito n. 17: Cosa si intende per sconto incondizionato verso gli esercenti? Si intende una percentuale unica di sconto da applicare alla rete di esercizi convenzionati o la percentuale media risultante dalle commissioni riconosciute ai pubblici esercizi? 
Risposta: Per sconto incondizionato si intende che lo sconto non deve avere condizioni e che comunque non può essere sopra il 12% e per sconto inferiore al 12% può essere dichiarata una media.

Quesito n. 18: Confermate che il prezzo finale del buono pasto a carico della stazione appaltante sarà pari al valore nominale del buono (€ 10,00 IVA esclusa) meno il ribasso offerto in sede di gara più IVA 4%? 
Risposta: Si conferma.

Quesito n. 19: è richiesto di indicare negli elenchi degli esercizi l’indirizzo PEC, si precisa che il suddetto dato non è disponibile per tutti gli esercizi, pertanto vi chiediamo di confermare la possibilità di indicare l’indirizzo PEC solo per quelli esercizi che lo hanno comunicato in fase di contrattualizzazione.
Risposta: Tutti gli esercizi, essendo attività commerciali, sono iscritti alla CCIAA presso la quale si possono reperire gli indirizzi PEC.

Quesito n.20: chiediamo se è possibile fornire in alternativa alle copie degli accordi di convenzione a comprova dell’esistenza della rete, la copia di una fattura emessa dall’esercizio negli ultimi 12 mesi dalla data di presentazione dell’offerta.
Risposta: No. Si conferma che devono essere presentate copie degli accordi di convenzione a comprova dell’esistenza della rete degli esercizi convenzionati.

Quesito n. 21: in riferimento alla risposta al questo numero 17, si chiede di confermare che lo sconto medio che verrà dichiarato è la media di tutte le commissioni applicare alla rete di esercizi , fermo restando che la commissione massima applicabile non potrà essere superiore al 12%, e che pertanto lo sconto medio non dovrà essere applicato a tutti gli esercizi convenzionati.
Risposta: Premesso che la commissione massima applicabile all’esercizio non può superare il 12%, eventuali aumenti dovranno essere giustificati per eventuali prestazioni svolte dall’azienda partecipante a favore dell’esercente stesso. In tal caso si prenderà in considerazione il calcolo della media.

Quesito n. 22: Considerato che il punteggio massimo relativo al Requisito Tecnico a) sarà attribuito all’offerta recante l’impegno espresso all’attivazione del maggior numero di convenzioni con esercizi ubicati nella provincia di Lodi e nei comuni ad essa confinanti, fermo restando il numero minimo previsto, si chiede di confermare che quanto indicato all’Art. 29 del Capitolato relativamente al limite temporale degli accordi di convenzionamento, sia da considerarsi un refuso.
Risposta: Si precisa che per quanto riguarda il numero minimo delle convenzioni che devono essere già possedute in sede di partecipazione devono essere prodotte entro il termine di 20 giorni dalla comunicazione di avvenuta efficacia dell’aggiudicazione (se non già presentate nella documentazione di gara). 
Rimane confermato che le convenzioni in corso devono essere state stipulate nei 12 mesi antecedenti la data di presentazione dell’offerta. 
Per quanto riguarda l’esecuzione dell’impegno a stipularne altre, queste ultime devono essere presentate entro la stipula del contratto.

Quesito n. 23: Vi chiediamo alcune precisazioni in relazione al Vs. chiarimento n.4 del 09.10.2017.
In particolare il suddetto chiarimento precisa che lo sconto incondizionato agli esercenti “non può essere sopra il 12% e per sconto inferiore al 12% può essere dichiarata una media”.
Dal chiarimento risulterebbe ammissibile una commissione media pari ad esempio all’11,00%. Una commissione media dell’11,00 % si può ottenere prendendo in esame una convenzione al 13% ed una al 9%. In questo caso pertanto verrebbero prese in considerazioni convenzioni con sconto superiore al 12% ma con media inferiore al 12%.
Vi chiediamo pertanto di chiarire il suddetto aspetto precisando se il paletto del 12% va riferito alla commissione fissa (uguale per tutti gli esercizi) o media.
Risposta: Lo sconto incondizionato agli esercenti non può essere superiore al 12%.
Se la commissione è superiore a tale soglia deve essere adeguatamente giustificata.
Se in questo caso si prende in considerazione la media delle commissioni.

 ______________________________________________________________________________________________________

Bando di gara

PROCEDURA APERTA NEI SETTORI SPECIALI PER APPALTO DELL’ATTIVITÀ DI RILIEVO GEOMETRICO E TOPOGRAFICO GEO-REFERENZIATO, CAMPAGNA DI MONITORAGGIO PIOGGE-PORTATE, VIDEO-ISPEZIONE INTERNA E ATTIVITÀ ACCESSORIE – AREA NORD- DA AGGIUDICARSI CON IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA AI SENSI DELL’ART. 95 D.Lgs 50/2016
Importo complessivo di appalto: €. 875.045,00 + IVA compresi €. 165.051,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso.

CIG 7068919080.
termine presentazione offerta: entro e non oltre le ore 16:00 del giorno 21/06/2017

Aggiornamento (08/11/2017): è divenuta efficace l’aggiudicazione all’A.T.I. DATEK22 srl/B.M. srl/IDROSTUDI srl/GEOCOMP srl/IN.TE.CO. srl.

Aggiornamento (08/08/2017): è stata proposta l’aggiudicazione all’A.T.I. DATEK22 srl/B.M. srl/IDROSTUDI srl/GEOCOMP srl/IN.TE.CO. srl.

Aggiornamento (29/05/2017): Nel Bando di gara il testo della sezione “Requisiti di partecipazione” punto 5 – ultimo paragrafo – viene così modificato: 
“I requisiti di cui al presente punto 5) potranno essere dimostrati, in sede di gara, mediante dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 445/2000 e s.m.i. sottoscritta dal legale rappresentante o procuratore munito di poteri di rappresentanza ad esclusione dei documenti relativi all’iscrizione alla CCIAA (punto a) ed alla Certificazione UNI EN ISO 9001:2000 (punto g) che dovranno essere prodotti in originale e/o copia autentica.”

Aggiornamento (25/05/2017): La Commissione di gara convocata per il giorno 23/06/2017 alle ore 10.30 è posticipata al giorno 29/06/2017 ore 14.30 nella Sede di SAL in via Dell’Artigianato n. 1/3 – Località San Grato – Lodi.

Bando di gara

Capitolato speciale d’appalto
Allegato al capitolato (1): Schema tipo rilievo geometrico
Allegato al capitolato (2): Planimetria Comuni di interesse

Computo Metrico

DUVRI

Elenco prezzi

Dichiarazione allegato 1

Dichiarazione allegato 2

Dichiarazione allegato 3

Dichiarazione allegato 4

Dichiarazione allegato 5

Dichiarazione allegato 6 – scheda tecnica

Dichiarazione allegato 7

Dichiarazione allegato A

QUESITI

Quesito n. 1 ai punti 5b, 5c e 5d si richiede testualmente che “il concorrente dovrà produrre i certificati di regolare esecuzione o dichiarazioni firmate dal legale rappresentante del committente che dimostrino il possesso del requisito richiesto”. Significa che già in sede di documentazione amministrativa, dovrà essere prodotta questa documentazione e che la stessa dovrà essere inserita nella busta A? Inoltre, si chiede se al posto dei certificati di regolare esecuzione/dichiarazioni del legale rappresentante del committente, possano essere prodotte certificazioni che attestino il requisito firmate dal legale rappresentante del concorrente. E’ possibile?
Risposta: Nella sezione “Requisiti di partecipazione” al termine del punto 5 è prevista la possibilità di dimostrare i requisiti richiesti (nel medesimo punto 5) mediante dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante o procuratore ad esclusione dei requisiti relativi alla presentazione della CCIAA (punto a)e della certificazione UNI EN ISO 9001:2000 (punto g) 

Quesito n. 2: 
L’impresa ausiliaria può assumere anche la veste di subappaltatore, ovviamente sempre nel limite del 30 dell’importo contrattuale?
Risposta: In riferimento all’art. 89, comma 8 del D.Lgs. 50/2016, l’impresa ausiliaria può assumere il ruolo di subappaltatrice nei limiti dei requisiti prestati

Quesito n.3: 
Al punto 5f si fa riferimento al fatto di avere o di dotarsi di minimo 3 squadre operative; non è chiaro però da quante persone debbono essere composte queste squadre. 3 o 2 persone?
Risposta: Nella sezione “Requisiti di partecipazione” al punto 5f si precisa che le squadre operative in campo devono essere composte da:

    • almeno 2 persone, qualora l’operazione sia effettuata dall’esterno;
    • almeno 3 persone, nel caso fosse previsto l’accesso all’interno della cameretta di ispezione

Per una più puntuale verifica delle attività da svolgere si fa riferimento al punto 1.3 della parte II del C.S.A.

Quesito n.4: Posto che la nostra azienda ricorrerà all’istituto dell’avvalimento, ci chiediamo se per le squadre operative e il gruppo di lavoro di cui al punto 5f, possiamo avvalerci del personale che in virtù del contratto di avvalimento, l’impresa ausiliaria ci mette a disposizione.
Risposta: Il personale che l’impresa ausiliaria mette a disposizione deve essere ben identificato nel contratto di avvalimento ed il rapporto di lavoro con l’impresa ausiliaria deve essere documentato.

Quesito n.5: Infine, è necessario sapere se per rilievo geometrico da esterno si intendono manufatti fuori terra o pozzetti che per la tipologia di costruzione o dimensione non sono accessibili e pertanto il rilievo viene fatto rimanendo all’esterno del manufatto.
Risposta: In generale i manufatti saranno quindi interessati dal rilievo da esterno, inteso come acquisizione delle informazioni necessarie alla ricostruzione della rete operando dal piano campagna e non accedendo all’interno dei manufatti.
Il rilievo mediante accesso all’interno delle camerette di ispezione è limitato ai soli casi in cui non risulta possibile, per la profondità o la geometria interna dei manufatti, acquisire dall’esterno le 
informazioni altimetriche e geometriche relative agli elementi costituenti la rete fognaria e posti all’interno dei manufatti come dettagliatamente precisati nel CSA (tubazioni in ingresso e uscita, soglie o altri elementi caratteristici, caratteristiche interne delle camerette, equipaggiamenti idraulici ed elettromeccanici, ecc.).

Quesito n.6: In merito ai “REQUISITI DI CAPACITA’ TECNICA E PROFESSIONALE”, l’attività di rilievo geometrico e topografico georeferenziato svolta nel triennio antecedente alla data di pubblicazione del bando, si riferisce alle sole camerette di ispezione di reti di fognatura o anche rete idrica e gas?
Risposta: In coerenza con l’oggetto dell’Appalto, la capacità tecnica e professionale richiesta al concorrente deve riguardare attività di rilievo delle reti fognarie, anche tenuto conto delle specificità di tale tipologia di rete rispetto alle reti idriche e gas, con particolare riferimento al rilievo geometrico.

Quesito n.7: In riferimento al punto 5) del disciplinare di gara “Requisiti di capacità tecnica e professionale e, in particolare al punto d) …. Per partecipare all’appalto il concorrente dovrà dimostrare, pena esclusione di aver svolto, correttamente e con esito soddisfacente, nel triennio antecedente la data di pubblicazione del presente bando di gara, 2 campagne di monitoraggio/misurazioni idrauliche piogge e portate in fognatura (con modalità analoghe alle indicazioni del Capitolato Tecnico), previa:
i. acquisizione di dati pluviometrici;
ii. acquisizione di dati di portata in fognatura, da correlare ai dati del punto precedente;
di cui almeno una campagna comprendente l’installazione e la gestione in contemporanea di non meno di 25 misuratori di portata in fognatura con strumentazione del tipo “Area Velocity”, …..
si chiede :
“con modalità analoghe alle indicazioni del Capitolato tecnico”, si intende, tra l’altro, che i requisiti richiesti, ossia le 2 campagne di monitoraggio/misurazioni idrauliche piogge e portate in fognatura e l’installazione e la gestione di non meno di 25 misuratori di portata in fognatura poste come requisito, debbano riferirsi a misurazioni della durata di almeno 3 mesi come previsto nelle attività di monitoraggio oggetto dell’appalto? 
Risposta: Con riguardo alle campagne di monitoraggio piogge/portate, l’analogia con le attività di monitoraggio oggetto di appalto deve essere intesa in relazione all’esito atteso dall’attività di raccolta e analisi dei dati di pioggia e portata, come specificato dal CSA – Parte II (punti 2.5 e 2.6); l’analogia delle prestazioni precedentemente svolte dal concorrente va quindi intesa con riferimento alla durata ma anche agli eventi monitorati 
(e alla conseguente possibilità di valutazione dell’andamento reale del processo di afflusso/deflusso sui bacini indagati).

Quesito n.8: In riferimento al punto 7) del disciplinare di gara“Relazione tecnico-metodologica, in particolare al punto a), si chiede:
se in aggiunta ai 16 fogli formato A4 e 1 foglio A3 o A2, è possibile inserire Allegati alla stessa relazione.
Risposta: La Relazione tecnico-metodologica presentata dei concorrenti deve rispettare quanto previsto dal punto 7.a del Disciplinare di gara, con riferimento al tipo di documento e al numero e formato dei fogli.

Quesito n.9: Con riferimento al punto 6) del disciplinare di gara “Requisiti di capacità economico – finanziaria ed, in particolare al punto a), ossia: ”Per  partecipare  all’appalto  il  concorrente  dovrà dimostrare, pena esclusione: 
a)  Referenze bancarie: produrre, in originale, n. 2 dichiarazioni di primario istituto bancario o  intermediario  autorizzato  ai  sensi  della  Legge  del  01.09.1993  n.  385  ad  assumere impegni proporzionati all’importo posto a base d’appalto.
si chiede: 
qualora una società intrattenga rapporti con un solo istituto bancario, è possibile dimostrare la capacità economico – finanziaria attraverso la produzione di una sola dichiarazione di un istituto bancario ed una dichiarazione concernente il fatturato relativo ai servizi nel settore oggetto della gara, realizzati negli ultimi tre esercizi?
Risposta: In riferimento al punto 6) – lett. a – del disciplinare di gara “Requisiti di capacità economico-finanziaria” può essere presentata una sola referenza bancaria.

Quesito n.10: Con riferimento al punto 7) del disciplinare di gara “Relazione tecnico metodologica” ed, in particolare al punto A4),si chiedese per foglio A4 si intendono due facciate fronte e retro (n. 3 fogli A4 per un totale di n. 6 facciate)?
Risposta: Si conferma per foglio A4 si intendono due facciate (fronte e retro).

 

______________________________________________________________________________________________________

Bando di gara

PROCEDURA APERTA NEI SETTORI SPECIALI PER APPALTO SERVIZIO DI FOTO LETTURA DEI MISURATORI IDRICI PRESSO LE UTENZE UBICATE NEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI LODI DA AGGIUDICARSI CON IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA AI SENSI DELL’ART. 95 D.Lgs 50/2016
Importo complessivo di appalto: €. 484.826,00 + IVA compresi €. 10.000,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso.
CIG 7046111ABB.
termine presentazione offerta: entro e non oltre le ore 16:00 del giorno 29/05/2017

Aggiornamento (03/11/2017): è divenuta efficace l’aggiudicazione all’A.T.I. Multiutility Sovracomunale srl/SO.SEL. srl.

Aggiornamento (22/09/2017): è stata proposta l’aggiudicazione all’A.T.I. Multiutility Sovracomunale srl/SO.SEL. srl.

Aggiornamento (13/06/2017): la Commissione di gara è convocata in seduta pubblica per il giorno 15/06/2017 alle ore 16.00 nella sede di SAL in via dell’Artigianato 1/3 – Lodi.

Bando di gara

Capitolato speciale d’appalto
Allegato al capitolato (1)
Allegato al capitolato (1A)
Allegato al capitolato (2)
Allegato al capitolato (3)
Allegato al capitolato (4)

Dichiarazione allegato 1

Dichiarazione allegato 2

Dichiarazione allegato 3

Dichiarazione allegato 4

Dichiarazione allegato 5

Dichiarazione allegato 6 – scheda-tecnica

Dichiarazione allegato 7

Istanza di partecipazione

DUVRI

QUESITI

Quesito n. 1: I prezzi base indicati in capitolato, nella tabella, all’art. 22 non corrispondono a quelli indicati nella tabella all’art.23. Quali vanno considerati?

Risposta. fa fede l’articolo 23 con la determinazione analitica del prezzo base asta: per la prestazione “contatori non/parz. accessibili – Letture” (punti 1 e 2 della tabella) il prezzo è 1,4€/lettura.

______________________________________________________________________________________________________

Bando di gara

PROCEDURA APERTA NEI SETTORI SPECIALI PER APPALTO SERVIZIO DI NOLO CASSONI, PRELIEVO, TRASPORTO E SMALTIMENTO FINALE DI FANGHI DERIVANTI DAL TRATTAMENTO ACQUE REFLUE URBANE DA AGGIUDICARSI CON IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA AI SENSI DELL’ART. 95 D.Lgs 50/2016
Lotto 1: €. 1.279.200,00 + IVA oltre ad €. 3.000,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso – CIG 69320046A9

Lotto 2: €. 492.000,00 + IVA oltre ad €. 1.000,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso – CIG 6932012D41
termine presentazione offerta: entro e non oltre le ore 16:00 del giorno 16/02/2017.

Aggiornamento (07/08/2017): Esito gara ESITO GARA – LOTTO 1 ESITO GARA – LOTTO 2

Aggiornamento (24/05/2017): la seduta della Commissione di gara convocata per il giorno 25/05/2017 alle ore 10.30 è stata posticipata al giorno 29/05/2017 alle ore 14.30 presso la sede di SAL in via dell’Artigianato 1/3 – Lodi.

Aggiornamento (11/04/2017): il testo relativo al Capitolato Speciale d’Appalto già pubblicato in data 06/04/2017 e sino al 10/04/2017 ha avuto una ulteriore precisazione all’articolo 5 in ordine alla dotazione degli automezzi utilizzati per il trasporto dei cassoni e precisamente:“I mezzi dovranno essere dotati di sistema di rilevazione di localizzazione (GPS) per la registrazione degli interventi e dei percorsi”.

BANDO DI GARA

CAPITOLATO SPECIALE D’APPALTO

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE

DICHIARAZIONE ALLEGATO 1

DICHIARAZIONE ALLEGATO 2

DICHIARAZIONE ALLEGATO 3

DICHIARAZIONE ALLEGATO 4

DICHIARAZIONE ALLEGATO 5

DICHIARAZIONE ALLEGATO 7 – LOTTO 1

DICHIARAZIONE ALLEGATO 7 – LOTTO 2

DUVRI

SCHEDA OFFERTA LOTTO 1

SCHEDA OFFERTA LOTTO 2

RAPPORTO DI PROVA O1

RAPPORTO DI PROVA O2

RAPPORTO DI PROVA O3

RAPPORTO DI PROVA O4

RAPPORTO DI PROVA O5

RAPPORTO DI PROVA O6

RAPPORTO DI PROVA O7

QUESITI

Quesito n. 1: Si richiede se possibile tener valido il sopralluogo effettuato lo scorso mese di Gennaio per il medesimo appalto

Risposta: Si ritiene valido il sopralluogo effettuato lo scorso mese di gennaio in occasione della pubblicazione della procedura aperta di pari oggetto avente i seguenti CIG:
Lotto 1 – CIG 69320046A9;
Lotto 2 – CIG 6932012D41.
Nella documentazione amministrativa dovrà essere inserita l’attestazione di avvenuto sopralluogo rilasciata in tale occasione.

Modifica la dimensione dei caratteri
Alto contrasto