Chi siamo

La Società

SAL, acronimo di Società Acqua Lodigiana, è un’azienda pubblica ed è partecipata dalla totalità degli Enti Locali della provincia di Lodi.
Con i suoi 60 Comuni soci, SAL è il gestore unico scelto dall’Ufficio d’Ambito di Lodi (ex AATO) per l’erogazione del Servizio Idrico Integrato nel Lodigiano. SAL preserva le risorse idriche del territorio e gestisce l’intero ciclo dell’acqua: dalla captazione e purificazione alla fornitura di acqua potabile per uso domestico ed industriale; dalla raccolta degli scarichi fognari, alla loro depurazione prima della reimmissione nei corsi d’acqua superficiali.
L’acqua è la nostra ragion d’essere: competenza, qualità e sicurezza sono le prerogative che mettiamo ogni giorno al servizio degli utenti per il trattamento e la fornitura di un bene indispensabile alla vita. Grazie ai sistematici controlli sulla qualità, e alle accurate analisi di laboratorio, l’acqua che sgorga dai rubinetti dei lodigiani è sana, garantita e costa molto poco.
SAL è amica dell’ambiente e sostiene l’utilizzo alimentare dell’acqua di rete che permette di ridurre l’uso e il consumo delle bottiglie di plastica, con conseguente diminuzione dei costi di smaltimento e riciclaggio dei materiali plastici a beneficio dell’intera comunità.

Consulta lo Statuto di SAL

Le sedi aziendali
Sede Legale, centro direzionale e amministrativo
via dell’Artigianato, 1/3
località San Grato
26900 Lodi (LO)
Centro operativo
via Galimberti, 17
26841 Casalpusterlengo (LO)
Laboratorio analisi
via dell’Industria, 3/5
località San Grato
26900 Lodi (LO)

Assetto istituzionale

SAL srl è una società a capitale pubblico, partecipata dagli Enti Locali della provincia di Lodi. A seguire la composizione e le funzioni degli organi della società.

Assemblea dei Soci

I soci di SAL sono tutti i 60 comuni del Lodigiano, l’Unione dei Comuni Oltre Adda Lodigiano e la Provincia di Lodi.


Consiglio di Amministrazione

Direttamente nominato dall’Assemblea dei Soci, è attualmente composto da:
Giuseppe Negri (Presidente)
Antonio Redondi (Consigliere Delegato)
Emilia Crosignani (Vicepresidente)
Oscar Fondi (Consigliere)
Franca Rosa Guerini (Consigliere)

L’attuale Consiglio è stato nominato nel mese di giugno 2022 e resterà in carica fino all’approvazione del Bilancio d’esercizio 2024.

Dichiarazioni sostitutive attestanti l’insussistenza delle cause di incandidabilità, ineleggibilità, inconferibilità e incompatibilità degli incarichi: Dichiarazioni dei componenti del CdA 2022-25

Compensi del Consiglio di Amministrazione (documento in aggiornamento) – In forza dell’art. 1, comma 7, del D.L. 30/12/2019, n. 162, la pubblicazione dei dati di cui all’art. 14 del D.lgs. 33/2013 è sospesa nelle more dell’adozione dei provvedimenti di adeguamento alla sentenza della Corte Costituzionale 23 gennaio 2019, n. 20 ed, in particolare, dell’emanando Regolamento ministeriale a cui è stata devoluta l’individuazione dei dati e dei criteri inerenti gli obblighi di pubblicazione in materia.

Collegio sindacale

Pierluigi Carabelli (Presidente)
Eleonora Cosimo (Sindaco effettivo)
Elena Gazzola (Sindaco effettivo)

Il Collegio Sindacale è direttamente nominato dall’Assemblea dei Soci.

L’attuale Collegio è stato nominato nel mese di giugno 2021 e resterà in carica fino all’approvazione del Bilancio d’esercizio 2023.

Commissione Ristretta

Giuseppe Bongiorni coordinatore
Sergio Curti componente
Nevis Dainesi componente
Elia Delmiglio componente
Angelo Lunghi componente
Alba Resemini componente
Carlo Alberto Rizzi componente

La Commissione Ristretta è nominata dall’Assemblea dei Soci con il compito di verificare lo stato di attuazione degli obiettivi anche sotto il profilo dell’efficacia e dell’economicità della gestione.

Gli attuali componenti della Commissione Ristretta resteranno in carica fino all’approvazione del Bilancio d’Esercizio 2022.

Bilanci

Bilancio d’esercizio Bilancio sociale Report di sostenibilità
2021 2021
2020 2020
2019 2019
2018 2018
2017 2017
2016 2016
2015 2015
2014 2014
2013 2013
2012 2012
2011 2011

Mission

Investimenti

Sviluppare il patrimonio infrastrutturale di reti e impianti idrici seguendo le indicazioni contenute nel Piano d’Ambito vigente nell’ATO di Lodi.

Tutela dell’ambiente

Garantire una gestione responsabile ed ottimale della risorsa idrica. Monitorare le acque reflue e controllare le acque depurate. Tutelare e mantenere la falda sotterranea.

Gestione

Gestire il ciclo integrato delle acque (acquedotto, fognatura e depurazione) della provincia di Lodi secondo i principi di efficienza, efficacia, economicità e sostenibilità.

Funzionamento di reti e impianti

Assicurare la manutenzione delle reti e degli impianti di acquedotto, fognatura e depurazione della provincia di Lodi.

Erogazione

Soddisfare il fabbisogno idrico della comunità lodigiana, sia in termini quantitativi che in termini qualitativi.

Responsabilità sociale

Prestare attenzione alla sicurezza delle risorse umane interne, dei cittadini e dell’ambiente. Promuovere e tutelare gli interessi dei Soci e delle Comunità locali.

Centralità del cittadino

Garantire la continuità nell’erogazione del servizio, disponibilità e chiarezza nei rapporti con la comunità locale. Analizzare costantemente la qualità dell’acqua erogata.

Trasparenza

Garantire completezza e accessibilità dell’informazione.
Assicurare la trasparenza delle scelte e dei processi aziendali.

Consulta la Politica per la qualità l’ambiente e la sicurezza di SAL

Territorio servito

SAL opera esclusivamente sul territorio della provincia di Lodi, dove gestisce il Servizio Idrico Integrato che consiste nella:

  • captazione, potabilizzazione e distribuzione delle acque di falda;
  • raccolta e collettamento degli scarichi fognari;
  • depurazione prima della reimmissione nei corsi d’acqua superficiali

(dati estratti dall’ultimo Report di Sostenibilità riferiti al 31/12/2021)

Abitanti serviti: 224.571
Utenze allacciate: 69.305
Consumo annuo procapite (uso domestico) anno 2021: 195,5 litri per abitante al giorno
Pozzi: 181
Impianti di potabilizzazione: 50
Lunghezza rete acquedotto: 1.412 km
Lunghezza rete fognaria: 909 km
Depuratori: 70

Storia

L’8 novembre 2006 è una data storica per l’acqua lodigiana.
Quel giorno, infatti, è stata costituita SAL srl, acronimo di Società Acqua Lodigiana, un’azienda di capitale pubblico, partecipata dalla Provincia di Lodi e da tutti i Comuni del Lodigiano, destinata a gestire, sia il patrimonio idrico (reti, acquedotti, fognature e depuratori) di tutti i 61 Comuni, che l’erogazione del Servizio Idrico Integrato in tutta la provincia.
SAL, nasce e brucia le tappe che portano alla sua operatività con il consenso unanime dei comuni lodigiani e per questa ragione, diventa un simbolo dell’unità territoriale, dove gli interessi della collettività sono preposti agli interessi particolari.
Un’altra data da non dimenticare è il 28 novembre 2007, giorno in cui l’AATO di Lodi ha formalizzato l’affidamento del Servizio Idrico Integrato, ovvero la gestione del ciclo completo delle acque (acquedotto, fognatura e depurazione) in provincia di Lodi.
Il primo passo verso la piena operatività è stato compiuto il 1° agosto 2009, quando sono state ufficializzate le cessioni dei rami d’azienda di Basso Lambro Impianti e ASTEM Lodi, che hanno trasferito a SAL anche i primi dipendenti.
Il mosaico è stato completato nel dicembre dello stesso anno con il conferimento del ramo idrico di ASM Codogno e la cessione del ramo lodigiano della milanese Amiacque.
Dal 1° gennaio 2010 SAL eroga i servizi di acqua potabile, fognatura e depurazione in tutti i comuni della provincia di Lodi.
Il 14 dicembre 2015 SAL srl è diventata proprietaria del patrimonio idrico di reti e impianti di tutto il Lodigiano. Fino a quella data la proprietà era di circa un quarto del patrimonio idrico Lodigiano, mentre i restanti tre quarti erano in capo a Gruppo Cap (azienda idrica milanese). Il capitale sociale di SAL è quadruplicato fino a 11.026.975 euro e, lo stesso giorno il patrimonio netto ha raggiunto il valore di 47.036.960 euro. Il passaggio è avvenuto tramite fusione per incorporazione di PIL (Patrimoniale Idrica Lodigiana) società costruita solo 18 mesi prima con lo scopo specifico di traghettare il patrimonio verso SAL.


storie acquaSTORIE D’ACQUA

Le “storie” delle aziende che gestivano il servizio idrico integrato in provincia di Lodi prima di SAL srl e che hanno conferito in SAL i loro rami d’azienza.

LA CIVILTA’ DELL’ACQUA NEL LODIGIANO

Dai pozzi dell’Ottocento ai dieci anni di SAL

imm_storia

Di fronte al notaio due firme storiche per SAL srl, che hanno sancito l’acquisizione del ramo lodigiano di Amiacque srl (nella foto a sinistra) e del ramo idrico di ASM Codogno (nella foto a destra).

Modifica la dimensione dei caratteri
Alto contrasto